La bocca secca

La bocca secca

La bocca secca, nota anche come xerostomia, dipende da un’insufficiente secrezione di saliva (iposalivazione) che in casi estremi può anche cessare del tutto.

La bocca secca è un problema molto diffuso – colpisce 1 adulto su 4, sopratutto donne e oltre la metà degli anziani – e chi ne soffre necessiterà di un appropriato iter diagnostico/terapeutico.

Più che di una malattia specifica, si tratta di un sintomo che può essere il risultato di una o più problematiche sottostanti:

Cause temporanee Cause a lungo termine
  • Farmaci

  • Alterazioni ormonali associate a gravidanza o menopausa

  • Respirazione per via orale

  • Fumo

  • Stress

  • Ansia

  • Depressione

  • Ipertensione

  • Carenza vitaminica

  • Disidratazione

  • Età

  • Patologie croniche (diabete mellito, sindrome di Sjogren, morbo di barkinson, artrite,reumatoide…)

  • Malattia delle ghiandole salivari

  • Cancro e relativi trattamenti (chemioterapia, radioterapia)

  • Chirurgia e radioterapia della testa e del collo

Più di 400 farmaci comunemente prescritti o in libera vendita riportano la bocca secca come effetto collaterale. E’ necessario porre attenzione riguardo al rischio di bocca secca quando si usano farmaci quali: analgesici, anoressizanti, antireflusso, antiacne, antiasma, anticolinergici,a antidepressivi, antidiarrea, antiepilettici, antistaminici, antipertensivi, antinfiammatori, antinausea, antiParkinson, antipsicotici, antispamsmodici, ansiolitici, betabloccanti decongestionanti, diuretici, terapie ormonali sostitutive, miorilassanti, neurellitici, contraccettivi orali, sedativi, trattamenti per infertilità, vitamine/integratori alimentari…

Inoltre la probabilità di essere colpiti da xerostomia aumenta in relazione al numero di farmaci assunti e di conseguenza anche all’età.

Coloro che soffrono di bocca secca sono spesso inconsapevoli del problema e dei possibili distrubi – di intensità variabile – che ne possono derivare:

  • Manifestazioni Fisiche: riduzione della secrezione salivare, costante bisogno di bere, alterazione del gusto, bruciore alla lingua, labbra screpolate, dolore, difficoltà nel parlare, problemi di deglutizione..

  • Impatto sulla salute orale: alitosi, problemi alle protesi dentarie, danni ai tessuti della bocca (sanguinamento delle gengive, bruciore/pizzicore alla lingua, afte …), maggiore rischio di carie e demineralizzazione dello smalto, infezioni della bocca (candidosi), mucositi, disturbi paradontali..

  • Conseguenze emotive e implicazioni sociali: preoccupazione costante e giornaliera, bassa autostima, disagio e difficoltà nella comunicazione, imbarazzo, paura dell’alitosi, riduzione della socializzazione…

CONVENZIONI

UNISALUTE_US_

prontocare

Bancoposta-logo

Enel_Logo.svg_

FASI

previmedical

Autorizzazione n° G11318

logo-regione

Questo sito web utilizza i cookie.
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, marketing e social media. Continuando la navigazione su questo sito acconsenti al loro utilizzo? “Informativa sulla privacy e sui cookie”